Sei un'azienda? Contattaci!
  • Pelma: poliuretano espanso

Thermofresh, innovativo poliuretano firmato Pelma

Pelma è un’azienda nata a Bassano Bresciano nel 1962 e oggi leader in Italia nella produzione di schiume di poliuretano espanso. Opera da sempre nel massimo rispetto dell’ambiente e per questo motivo è andata molto oltre l’osservanza delle leggi in vigore; ha infatti installato il VPF (Variable Pressure Foaming), un impianto completamente automatizzato che elimina totalmente ogni agente espandente ausiliario (CFC/HCFC, cloruro di metilene, CO 2, ecc.) e consente così di ottenere un materiale espanso con sola acqua, ecocompatibile e riciclabile. L’utilizzo di questo sofisticato sistema permette inoltre di realizzare schiume con più elevate qualità fisico-meccaniche, una migliore stratigrafia rispetto ai canoni standard e una maggiore costanza nel tempo. La continua ricerca degli esperti Pelma ha condotto alla creazione di Thermofresh, una famiglia di poliuretani espansi flessibili basati su una tecnologia di formulazione e di produzione innovativa; sono prodotti termici e igienici che conferiscono peculiarità uniche al manufatto in poliuretano. Rispetto a un poliuretano convenzionale non termico, infatti, Thermofresh ha la capacità di assorbire il calore attraverso la fusione delle microcapsule PCM contenute al suo interno; la temperatura, di conseguenza, viene mantenuta costante per lungo tempo. La caratteristica antimuffa-antibatterica deriva invece dal trattamento Ultrafresh, che prevede la combinazione di più elementi tra cui l’argento.

  • Poliuretano espanso per materassi Thermofresh di Pelma

Temperatura costante e resistenza a muffe e batteri

Thermofresh, il poliuretano espanso flessibile termico firmato Pelma, assorbe il calore emanato da un corpo a contatto col materiale e riesce a mantenere costante la temperatura (tra 28 e 35 gradi) nell’intervallo di normale utilizzo per un tempo di gran lunga superiore rispetto a un poliuretano non termico. Thermofresh ha brillantemente superato i test di invecchiamento accelerato in laboratorio e dimostrato di mantenere pressoché inalterate le sue caratteristiche legate all’igiene e alla proliferazione di muffe e batteri.

 

 

 

Numerosi i campi di applicazione: Thermofresh viene utilizzato in primis per utilizzare materassi e guanciali, ma anche sedute, protesi, calzature, caschi, imballaggi; le sue proprietà lo rendono particolarmente adatto anche ai letti degli ospedali e ai materassi delle culle. Per quanto riguarda il lavaggio e la pulizia, sono idonei gli stessi accorgimenti relativi a qualsiasi poliuretano espanso flessibile.

  • Guanciali in poliuretano espanso Thermofresh

Assorbimento del calore

Il poliuretano espanso flessibile Thermofresh by Pelma, contrariamente alla maggior parte dei prodotti similari, è termico. Tale caratteristica è il risultato dell’utilizzo di speciali materiali a cambiamento di fase, cioè accumulatori di calore latente che sfruttano il fenomeno della transizione di fase per assorbire i flussi energetici entranti e accumulano un’elevata quantità di energia. I PCM si mantengono solidi a temperatura ambiente, ma se questa sale troppo tendono a liquefarsi accumulando calore e sottraendolo sia all’ambiente che al corpo umano adagiato sul manufatto in poliuretano. Al contrario, quando la temperatura scende, il materiale si solidifica e cede calore. Ancora, a differenza di altri prodotti batteriostatici, Thermofresh presenta una grande resistenza alla proliferazione di batteri e muffe: merito dello speciale processo di trattamento Ultrafresh che sfrutta la naturale capacità dell’argento.

  • Materassi Pelma

Effetto rinfrescante e traspirabilità

“Pelma è riuscita a realizzare un nuovo materiale poliuretanico che garantisce un’elevata traspirabilità ma soprattutto un forte effetto rinfrescante, utile soprattutto nelle calde giornate estive”: è quanto dichiarato dal professore Massimiliano Lanzi dell’Università di Bologna, il quale sottolinea anche l’utilità di Thermofresh negli ospedali e in tutti i quei casi in cui le persone sono costrette a mantenere per lungo tempo la stessa posizione, a letto come su un divano o una poltrona. “Se pensiamo al materasso in poliuretano – aggiunge inoltre Lanzi - il fatto di poter diminuire in estate il fastidioso fenomeno dell’eccessivo riscaldamento da contatto favorisce sicuramente la condizione del riposo. Un aspetto importante dei PCM è che il processo di fusione e solidificazione degli stessi è semplicissimo e reversibile, per cui i movimenti, che naturalmente ognuno di noi fa durante il sonno, sono sufficienti a riattivare questo processo in continuazione”. Persino la poco piacevole sensazione di sedersi su una sedia “riscaldata” da chi l’ha utilizzata prima si annulla in un tempo brevissimo grazie alle peculiarità di Thermofresh.

Richiedi Informazioni